68esimi Tony Awards della CBS

A proposito di UHF-R:

Per i Tony Awards, Firehouse ha fornito sistemi completi e, naturalmente, avevamo a disposizione tutte le capsule Shure, dato che dovevamo essere pronti a qualsiasi situazione.

Vinny Siniscal, Firehouse Productions

Vinny Siniscal, Firehouse Productions

Abbiamo svolto le attività preventive e disponevamo di tutti gli strumenti più adatti al lavoro. Per fortuna, si è svolto tutto alla perfezione e non vedo l'ora di ripetere l'esperienza il prossimo anno.

SHURE DOMINA LA TRASMISSIONE TELEVISIVA DEI 68ESIMI TONY AWARDS DELLA CBS

La trasmissione della CBS dei Tony Awards 2014, andata in onda l'8 giugno, è stata una delle più complesse della storia dell'evento. Dal mirabolante numero di apertura del conduttore Hugh Jackman all'esibizione finale di tutti i vincitori, chiamati a raccolta sul palco per eseguire "On Broadway", gli spettatori hanno potuto assistere a una produzione dal ritmo vivace e da record, con ben 17 artisti musicali e un'orchestra dal vivo nella Radio City Music Hall.

 

Esigenze del cliente

Vinny Siniscal ha gestito il progetto del sistema RF e il coordinamento delle frequenze per Firehouse Productions. "Con uno spazio così grande da coprire, un numero così elevato di frequenze di gestire e così tante band dal vivo, quest'anno ho scelto nuovamente i sistemi Shure UHF-R", ha affermato. "Personalmente, preferisco lavorare alle trasmissioni dal vivo in rete. Anche se il prodotto è già disponibile da circa dieci anni, per me non esistono altre soluzioni all'altezza di un ambiente RF così denso".

1
UR4D+
1
2
P10R
2

Soluzione

La produzione di quest'anno ha previsto l'uso di quasi 250 canali wireless, 64 dei quali dedicati ai microfoni. Inoltre, tutti e otto i canali degli in-ear monitor sul palco dei Tony Awards erano sistemi Shure PSM® 1000. La produzione ha impiegato anche sistemi di interfono wireless, effetti e telecamere ENG, in particolare la Steadicam che ha seguito Jackman dal Red Carpet al palco durante il numero di apertura. "I produttori pianificano questi spettacoli dando per scontato che sia possibile alloggiare qualsiasi sistema wireless richiesto", ha sottolineato Siniscal. "Se ciò significa avere più canali in uno spettro disponibile ridotto, così sia. Il nostro compito è renderlo possibile.

 

Tutti i microfoni wireless erano Shure UHF-R, tranne otto trasmettitori già cuciti all'interno di alcuni costumi. La maggior parte dei 56 canali Shure era costituito da ricevitori bodypack, compresi 32 micro-pack UR1M. Dodici canali erano impegnati da trasmettitori UR2 portatili, con una capsula SM58® per Hugh Jackman ed elementi Beta 58 per la maggior parte degli altri artisti, fra cui Carole King, LL Cool J e il coro di Sting. "Per i Tony Awards, Firehouse ha fornito sistemi completi e, naturalmente, avevamo a disposizione tutte le capsule Shure", ha affermato Siniscal, "dato che dovevamo essere pronti a qualsiasi situazione".

 

Una delle maggiori difficoltà affrontate quest'anno da Siniscal è stata la creazione di sei zone di ricezione wireless separate. "Questa esigenza è stata determinata dal numero di apertura", ha raccontato. "Iniziava sul Red Carpet, che si trova letteralmente all'aperto, con l'esposizione a tutte le radiofrequenze presenti in strada. Poi dovevamo coprire il livello del palco e le basi degli ascensori nel seminterrato, nonché il vano ascensore stesso. Naturalmente, dovevamo gestire anche le normali zone destinate al palco principale e all'ingresso, oltre alla zona dietro le quinte".

Risultati

Per gestire la transizione audio da una zona all'altra, Siniscal ha trovato uno strumento prezioso nell'antenna direzionale Shure UA874 attiva. "L'aspetto che adoro di queste antenne è la possibilità di commutare l'uscita RF da -6 a +12 dB, compreso il guadagno dell'unità", ha spiegato. "Si tratta di una funzione di primaria importanza, dal momento che mi permette di equilibrare diversi livelli di RF in varie zone. Posso anche attivare e disattivare ciascuna zona in remoto, tramite l'amplificatore di distribuzione".

 

A fronte di un cospicuo lavoro preventivo, tre scanner e tantissime apparecchiature Shure, Firehouse Productions ha garantito un sistema wireless impeccabile per la trasmissione televisiva per il quarto anno consecutivo. "Lavorare ai Tony Awards è sempre una grande sfida, dal momento che la produzione cresce ogni anno", ha dichiarato Siniscal. "Rispetto all'edizione precedente, avevamo circa 50 canali wireless in più, oltre alla copertura esterna. Ciò significa dover far fronte a qualsiasi cosa capiti a Midtown, ovvero tantissime variabili da considerare, in particolare per una trasmissione dal vivo in rete. Ma abbiamo potuto contare su un team eccezionale. Abbiamo svolto le attività preventive e disponevamo di tutti gli strumenti più adatti al lavoro. Per fortuna, si è svolto tutto alla perfezione e non vedo l'ora di ripetere l'esperienza il prossimo anno".

 

Esempi simili

Esempi di soluzioni correlate