Call for Legends – Live 2016

Rilanciando il popolare contest Call for Legends, Shure nel 2016 ha ancora una volta offerto alle band emergenti la possibilità di suonare al Montreux Jazz Festival. In questa nuova edizione è stata data maggiore enfasi ai live show dei partecipanti –un po’ di ansia da palco!

Naturalmente trovarsi in primo piano in uno dei maggiori festival d’Europa è una bella sfida di per sé, ma non ci siamo fermati a questo! Per rendere il contest più interessante, Shure ha promesso alla band vincitrice 5,000 € in prodotti e la produzione professionale del video della performance a Montreux. A Call for Legends –Live hanno gareggiato 746 bands da 35 paesi.

Le band hanno dovuto caricare un clipcon la loro prestazioni e raccogliere almeno 50 voti per essere idonei alla shortlist della prima fase della competizione. Shure ha scelto 20 gruppi e un posto wildcard è stato dato alla voce che ha raccolto il maggior numero di voti dei fan in generale. Una giuria composta da membri della band britannica Blossoms e dagli esperti del Montreux Jazz Festival ha poi avuto il duro compito di selezionare i primi tre gruppi.

Alla fine, i fratelli francesi Lehmanns si sono aggiudicati il primo posto per le loro strette battute musicali e la presenza scenica ad alta energia. La band di otto elementi della città francese sudoccidentale Angoul interpreta una fusione divertente di funk, hip-hop e neo-soul.

Il gruppo scozzese 100 Fables è arrivato secondo con la sua versione moderna di new wave e post punk, mentre il gruppo soul francese Shivah si è classificato terzo. Hanno portato a casa attrezzi Shure per un valore rispettivamente di 3.000 e 1.000 euro.

I fratelli Lehmanns sono apparsi completamente a loro agio al Montreux Jazz Festival, che attira alcuni dei più grandi nomi della musica internazionale nella pittoresca cittadina svizzera sulle rive del Lago di Ginevra. Hanno suonato all'aperto "Music in the Park" a pochi passi dall'acqua, facendola vibrare con le loro influenze combinate tra cui Stevie Wonder, Jamiroquai e James Brown in un mix inebriante.

"La folla voleva ballare," ha detto il frontman Julien Anglade subito dopo lo show, che si è concluso in un bis sfrenato mentre la gente saltava sul palco con la band "Così abbiamo dato loro il funk!"

Lehmanns Brothers ora sperano di usare la loro prestazione stellare a Montreux come trampolino di lancio per progetti più ambizioni.

"Abbiamo lavorato molto per arrivare a questo risultato. Abbiamo un nuovo set. Questo festival è un evento molto importante per la nostra band. È incredibile suonare qui!"ha affermato il bassista Pierre Sanges.

Ora arriva la parte più difficile: decidere come spartirsi e i 5.000 euro in attrezzature Shure tra otto membri della band. Ma non c'è dubbio che Lehmanns Brothers rimarrà fedele al suo stile funky!

Potresti essere interessato anche...