Microfoni: modello polare / direzionalità

Lo schema polare di un microfono è la sensibilità al suono relativa alla direzione o all'angolo dal quale il suono arriva, o più facile da dire quanto bene il microfono "sente" il suono da diverse direzioni. I tipi più comuni di direzionalità sono: omnidirezionale, cardioide e supercardioide

Pattern Cardioide

Un microfono cardioide ha la sensibilità maggiore nella parte anteriore ed è meno sensibile nella parte posteriore. Ciò lo isola dal suono ambientale indesiderato e offre molta più resistenza al feedback rispetto ai microfoni omnidirezionali. Questo rende un microfono cardioide particolarmente adatto per palchi ad alto volume.

Microfoni Cardioidi

Pattern Supercardioide

I microfoni supercardioidi offrono un pickup più stretto rispetto ai cardioidi e un maggiore rifiuto del suono ambientale. Ma hanno anche alcuni pickup direttamente nella parte posteriore, quindi è importante posizionare correttamente gli altoparlanti del monitor. I supercardioidi sono i più adatti quando è necessario catturare sorgenti audio singole in ambienti rumorosi. Sono molto resistenti al feedback.

Microfoni Supercardioidi

Pattern Omnidirezionale

Il microfono omnidirezionale ha uguale sensibilità a tutti gli angoli. Ciò significa che raccoglie il suono in modo uniforme da tutte le direzioni. Pertanto, il microfono non deve essere orientato in una certa direzione, il che è utile soprattutto con i microfoni lavalier. Uno svantaggio è che un omni non può essere allontanato da fonti indesiderate come gli altoparlanti PA, il che si traduce in un minor spazio per il feedback.

Microfoni Omnidirezionali

Pattern Bidirezionale

Un microfono con un pattern polare a forma di otto cattura il suono dalla parte frontale e posteriore del microfono, ma non dai lati (con un angolo di 90 gradi). I microfoni con questa pattern a figura ad otto sono in genere quelli a nastro o microfoni a diaframma largo.

Microfoni Bidirezionali