Scritto da John Ellis,

Affrontare ambienti AV difficili per le ambienti di valenza storico-artistica

Ho partecipato all'evento Intelligent AV (IAV 17) ospitato dal Forum culturale AV (AVCF) e dal Royal Institute of British Architecture (RIBA) AV. Prima di quest'anno, l'AVCF aveva ospitato eventi minori, ma, questo luglio, hanno tenuto l'incontro in una luogo centrale a Londra dato da RIBA e sono stati in grado di includere uno spazio espositivo per la prima volta. L'evento è stato un'eccellente opportunità per incontrare e parlare con gli utenti finali e dare loro la possibilità di acquisire esperienza pratica su una vasta gamma di tecnologie, dai proiettori e soluzioni di montaggio ai sistemi di controllo e gli ultimi dispositivi audio, tutti uniti sotto il tema delle tecnologie AV intelligenti.

Il pubblico di AVCF è composto da AV manager e tecnici, alcuni dei quali lavorano in edifici storici di incredibile valore (come luoghi iconici o musei di fama mondiale). Come ci si aspetta, gli spazi dedicati a meeting e conferenze in questi luoghi presentano molte sfide che non si trovano nelle normali corporate. Ad esempio come configurare le apparecchiature AV per soddisfare le esigenze di più aree conference distribuite in un edificio molto grande e articolato. Trovare i mezzi che non intacchino le superfici o l'impatto estetico di queti ambienti, pur mantenendo delle prestazioni elevate, è davvero una bella sfida per i team AV. Molto spesso queste organizzazioni hanno anche vincoli di budget, poichè spesso gestite da associazioni caritatevoli.

IAV 17 è stata una grande opportunità per discutere le principali preoccupazioni di lavorare con AV / IT in musei e ambienti storici e per valutare soluzioni per queste realtà.

Transizione Audio su rete

Ancora una volta, se comparato alle aziende, questo settore sta ancora facendo la transizione ai sistemi di audioconferenza su rete, quindi questo è stato un importante argomento di conversazione. Mentre molti AV manager desiderano passare alle reti, può essere difficile installare grandi quantità di cavi nelle aree in cui il cablaggio deve essere nascosto, con un conseguente aumento dei sistemi AV autonomi. Qualsiasi lavoro sugli edifici storici deve essere fatto in sintonia con l'ambiente circostante e ciò vale anche per l'hardware. Microfoni a soffitto come Microflex Advance e altri sistemi di conferenza dal basso impatto estetico, hanno il vantaggio di poter essere installati con discrezione, il che aiuta a mantenere l'integrità di uno spazio storico. L'integrazione di Dante infine determina una facile integrazione con linfrastruttura AV / IT esistente.

Tutti i presenti avevano ben chiari i vantaggi di un sistema su rete. Negli edifici storici, gli spazi per le conferenze non sono necessariamente disposti per comodità e possono essere dispersi in aree molto grandi. Essere in grado di monitorare lo spettro RF, i livelli di batteria dei sistemi wireless o video da remoto e da un'unica posizione è un vantaggio enorme quando si lavora su questa tipologia di ambiente; si ottimizza il tempo e si migliora la qualità del lavoro.

Tecnologia Microfonica Wireless

Ho presentato il sistema di controllo software "Shure's Wireless Workbench". Sebbene la stragrande maggioranza del mio pubblico utilizzasse i microfoni wireless quotidianamente, una dimostrazione pratica ha rivelato che non avevano tanta esperienza nell'uso del software per monitorare lo spettro RF, quindi è stato fantastico mettere in risalto i vantaggi del sistema Wireless Workbench.

Il seminario ci ha portato a discutere sul fatto di quanto si sia svalutato lo spettro a 700MHz. C'è una palpabile preoccupazione tra chi utilizza AVCF. Molti si sono tratenuti dal rinnovare il loro stock di microfoni wireless in attesa di conferma sui piani del governo, preoccupati del fatto che potrebbero non avere il budget se questi schemi si dovessero dimostrare meno generosi di quanto sperato. Molti volevano anche sapere quale sezione dello spettro è ora più adatta alle loro esigenze. La buona notizia è che Shure offre microfoni che funzionano in tutto lo spettro. Ad esempio, se si desira 1 o 2 canali, GLX-D Advanced è un sistema wireless privo di licenza che funziona sullo spettro WiFi a 2,4GHz. Oltre ai 2.4GHz, offriamo anche sistemi a 1.8GHz che le istituzioni hanno permesso di usare con sistemi microfonici wireless, e stiamo anche studiando altre soluzioni.

Chiaramente, bisogna discutere ulteriormente per fare in modo che si possa garantire che le persone sappiano quali sono le opzioni. Ad ogni modo, sanno qual è la frequenza più adatta a loro, e sono a conoscenza delle congestioni che potrebbero peggiorare la vendita.

Sistema DECT senza licenza

Quando si valutano alternative per gli edifici storici, il sistema DECT, che è spesso preferito dalle aziende. Attualmente, il sistema wireless UHF è preferito dai più per la sua affidabilità nel tempo, anche se il sistema DECT non richiede licenza e funziona solo con dei piccoli ricevitori e rappresenta perciò un'ottima alternativa.

Gli edifici storici sono sempre degli ambienti difficili per quanto riguarda i sistemi AV/IT, anche se se ogni azienda, anche quelle con una sede storica prestigiosa, guardano sempre con molto interesse alle più innovative soluzioni di networking e RF. Con lo sviluppo della tecnologia DECT, c'è un'importante opzione in più per tutti gli installatori che lavorano negli edifici storici per migliorarne i sistemi conference esistenti, senza danneggiare però il valore storico dell'edificio.

A proposito dell'Autore

John Ellis

John Ellis is a Regional Sales Manager for the Shure UK Systems Group. When he is not out meeting with London’s top AV integrators and consultants, you will find him demonstrating the finest modern jive dance steps this side of the Thames.

Contenuti Correlati