Come trovare il microfono giusto?

1.) Applicazione: Che cosa vuoi riprendere?

Il primo criterio importante per scegliere un microfono adatto è l'applicazione. Devi riprendere il parlato, il canto o il suono di uno strumento? Generalmente si preferiscono i microfoni dinamici per riprendere le voci potenti, i tamburi o le chitarre amplificate. I microfoni a condensatore forniscono un suono più naturale e dettagliato, perciò sono la scelta migliore per strumenti acustici come chitarre e ottoni, per le voci delicate oppure per essere utilizzati come overhead per la batteria.

Particolarmente nello studio di registrazione, si desidera una riproduzione naturale del suono. Questo fatto rende più idonei i microfoni a condensatore nelle applicazioni di registrazione. Se la tua prima scelta è un microfono a condensatore, è importante ricordare che la console deve fornire alimentazione phantom al microfono; altrimenti devi acquistare in microfono a condensatore che si alimenti da una batteria.




2.) In quale ambiente vorresti usare il microfono?

Il microfono verrà usato sul palco, in una sala conferenze o in studio di registrazione? L’ambiente d’impiego influenza la scelta della caratteristica polare (direzionalità) per il microfono. I microfoni omnidirezionali consentono una ripresa del suono più naturale. Però questo è il tipo più soggetto a problemi di feedback. Questi microfoni sono più adatti alla registrazione oppure alle presentazioni dove si usano impianti di diffusione sonora di piccole dimensioni.

Sui palchi attrezzati con impianti di diffusione e di monitoraggio di grandi dimensioni, non si trovano microfoni omnidirezionali, ma microfoni con caratteristica cardioide o supercardiode. Grazie alla ripresa direzionale che è più sensibile davanti e che isola la capsula dai rumori indesiderati provenienti da fuori asse e dai rumori ambientali, l’uso dei microfoni con caratteristiche polari direzionali minimizza la suscettibilità al feedback.




3.) Il suono del microfono: Preferisci un suono naturale oppure un suono ottimizzato per un’applicazione specifica?

A seconda dell’applicazione del microfono e dell’ambiente nel quale verrà utilizzato, si può preferire una risposta in frequenza lineare o ottimizzata. Un microfono con una risposta in frequenza ottimizzata (es. PG58, SM58R, Beta 58A) si evidenzia nel mix senza necessità di regolare la console.

Quando si desidera riprodurre una sorgente sonora senza alterare o colorare il suo timbro naturale, si preferisce usare un microfono con una risposta in frequenza lineare (es. PG81, KSM137). Negli studi di registrazione si trovano principalmente microfoni con risposta in frequenza lineare.


<< Articolo Precedente
Microfoni: Risposta in Frequenza
  Articolo Successivo >>
Posizionamento del Microfono: Tecniche

 

Come trovare il microfono giusto?

Get Flash to see this player.
Video: How to choose the best microphone for you?